Il deputato si rompe per i dettagli chiave dell'evacuazione afghana

Il ministro degli Esteri Marise Payne è crollato e ha mostrato un raro barlume di emozione al Senato quando ha rivelato che la prima persona a scendere da un volo di evacuazione australiano da Kabul la scorsa settimana è stato un giovane ragazzo afgano che “è saltato giù dalla rampa”.

Un emozionato senatore Payne ha descritto maggiori dettagli chiave della missione di evacuazione da Kabul la scorsa settimana che è atterrata vicino a Dubai prima di trasferirsi in Australia.

Finora più di uno migliaia di australiani e afgani titolari di visto sono stati salvati dopo essere fuggiti dall'Afghanistan, che ora controlla i talebani.

Nelle ultime 24 ore, oltre 450 persone di Kabul sono state evacuate su quattro voli ADF, tra cui cittadini australiani e neozelandesi , sfollati britannici, dipendenti afgani assunti localmente e titolari di visto.

CORRELATO: rivelata la caotica evacuazione australiana

RELAZIONATO: L'uomo misterioso dei talebani appare per la prima volta al mondo

Il senatore Payne era visibilmente commosso mentre descriveva la prima persona a lasciare la RAA Il volo F, un giovane ragazzo afghano, “è stato un segnale convincente e importante per chi cercava aiuto e per chi lavora a questa evacuazione”.

“Conosco la disperazione e la paura che pervadono tutto in questo momento” ha detto, trattenendo le lacrime.

“Lo so, è difficile oltre la nostra immaginazione per così tante persone coraggiose e orgogliose in Afghanistan in questo momento.

“E per molti qui che soffrono per il paese e le persone che amano, forse come luogo di nascita o forse per altri collegamenti, è molto difficile in questo momento. che ha detto “ha cambiato la sicurezza e la politica mondiale”.

La newsletter di Party Games Ricevi il tuo briefing politico dall'editore politico di news.com.au Samantha Maiden.

La newsletter di Party Games Successo! Controlla la tua casella di posta per i dettagli. Vedi tutte le newsletter

Ha detto che gli “sforzi collettivi” australiani e alleati hanno aiutato a “proteggere il mondo dalle ripetizioni di quelle atrocità”.

Ha affermato che il ritorno dei talebani in Afghanistan è stato doloroso e deludente, pur riconoscendo gli oltre 40.000 australiani che hanno prestato servizio nella famigerata regione.

“In questo momento, non esiste una risposta o una valutazione immediata che possa cambiare questa delusione”, ha detto.

“Per il momento, tuttavia, ci occupiamo di ciò che è successo e guardiamo oltre quella delusione perché abbiamo lavoro in corso davanti a noi.”

Questo lavoro prevede il salvataggio di più australiani e afghani vulnerabili ancora bloccati nel paese poiché l'aeroporto diventa sempre più caotico e difficile da raggiungere.

Prima di lunedì, insieme al Primo Ministro, il senatore Payne ha affermato che la “sfida più significativa” continua ad essere l'accesso all'aeroporto internazionale di Hamid Karzai.

Ha detto che il cancello nord “è stato chiuso per molti ho urs”, ma che nonostante ciò sono riusciti a far entrare alcune persone in aeroporto.

Ha anche sostenuto la possibilità che gli Stati Uniti prorogano il termine per il ritiro.

“Continueremo questa missione finché siamo in grado”, ha detto il senatore Payne.

“Le condizioni vicino all'aeroporto di Kabul sono molto pericolose e cambiano rapidamente.

“Il popolo afghano ha sofferto per quaranta anni di conflitto, è devastante vedere e sentire parlare della situazione ora.

Ha detto di “temere” per le donne e le ragazze afgane e ha chiesto di prevenire qualsiasi abuso e che “l'Australia sosterrà gli sforzi internazionali per mantenere la pressione sui talebani e su qualsiasi futura amministrazione afghana”.

La settimana scorsa, il ministro della Difesa Peter Dutton ha osservato che ci sono stati “limiti su come le persone possono raggiungere l'aeroporto ed è una situazione molto difficile sul campo.

“Non è come presentarsi in un normale aeroporto dove le persone possono entrare e uscire liberamente, è chiaramente una situazione difficile per le persone per dirigersi verso l'aeroporto e penso che questa sia la realtà delle circostanze sul campo.”

“La realtà saranno le circostanze sul campo, se le persone possono superare i blocchi stradali, se le persone possono entrare nel terminal dell'aeroporto, questa sarà la realtà pratica sul campo.”

Il senatore Payne ha affermato che i funzionari australiani erano coinvolti negli sforzi e facevano affidamento sui talebani per mantenere la parola data. in modo che l'Australia possa evacuare in pace.

“Abbiamo contattato il maggior numero possibile di australiani e titolari di visto e abbiamo sostenuto i loro sforzi in quanto siamo in grado di superare i checkpoint e raggiungere l'aeroporto, quindi in aeroporto.

“Questo lavoro continuerà ed è il nostro obiettivo e la nostra priorità in termini di giorni a venire.”

23 Views
(Visited 1 times, 1 visits today)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *