I magneti sono ovunque. Possono essere permanenti o non permanenti, entrambi i tipi di dimensioni variabili da minuscole a enormi. Li puoi trovare negli elettrodomestici, nelle attrezzature industriali pesanti e persino negli strumenti di uso quotidiano relativamente semplici come i cacciaviti. Quindi non sorprende affatto che i tuoi altri oggetti non magnetici si magnetizzino parzialmente dopo aver toccato un magnete o rimanendovi vicino anche per un breve periodo. Credito immagine: Rusty Gouveia tramite Pixabay, licenza gratuita Come probabilmente già saprai, esistono strumenti chiamati smagnetizzatori, o smagnetizzatori, il cui scopo è rimuovere un campo magnetico da dove non è necessario, e talvolta anche aggiungere un campo magnetico a una parte ferromagnetica, temporaneamente. In questo modo puoi trasformare, ad esempio, un cacciavite non magnetico in uno magnetico e smagnetizzarlo di nuovo dopo un po'. Quindi è difficile modificare le proprietà magnetiche di un oggetto? Cosa c'è dentro uno smagnetizzatore e come funziona? Guarda il seguente video per trovare le risposte a queste domande:

35 Views
(Visited 4 times, 1 visits today)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *