Una giornata storica: il 13 ottobre 2021Il Gruppo Volvo ha presentato il primo portapacchi al mondo realizzato con acciaio privo di fossili. Questo è un bel risultato ed è per questo che la celebrazione ha avuto molti ospiti importanti da Volvo, UE e Svezia. Questo potrebbe essere un passo avanti verso la disponibilità di acciaio più pulito per le industrie più grandi. Ma come è fatto? Questo portapacchi per l'industria mineraria è stato realizzato utilizzando acciaio verde pulito, o acciaio senza fossili, ed è il primo veicolo del genere al mondo. Credito immagine: Volvo Bene, questa tecnologia, impiegata dalla società SSAB, è abbastanza nuova e piuttosto costosa. Quindi ci vorrà del tempo prima che tutto l'acciaio possa essere realizzato in questo modo. L'acciaio, che è sicuramente uno dei pilastri della nostra civiltà, è fondamentalmente una lega di ferro e carbonio. Esistono molti tipi diversi di acciaio, che rappresentano proprietà diverse per scopi diversi: la metallurgia moderna è davvero sorprendente. Tuttavia, la ricetta comune di base richiede molto calore, tipicamente prodotto utilizzando gas naturale o carbone, e carbone coke usato per infondere carbonio nel ferro. Naturalmente, l'industria siderurgica offre un enorme dono di CO2 per il pianeta. Ed è qui che il processo SSAB è diverso. Innanzitutto, il calore in questo caso viene prodotto in forni elettrici anziché a gas. Naturalmente, l'elettricità per questi impianti è prodotta in impianti rispettosi dell'ambiente. In secondo luogo, invece del carbone usano l'idrogeno come riducente. E il ferro stesso proviene da operazioni minerarie pulite e sostenibili. Il risultato è l'acciaio, la cui produzione è fondamentalmente CO2 neutrale. E molto costoso. SSAB non prevede di passare immediatamente esclusivamente all'acciaio verde. Ci vorrà un po 'di tempo. Inizialmente SSAB sta pianificando di iniziare a produrre il suo acciaio senza fossili su larga scala nel 2026. Per sbarazzarsi dell'acciaio vecchio stile dannoso per l'ambiente ci vorranno decenni. Volvo prevede che nel 2050 tutta la sua attività, compresa la catena di approvvigionamento, sarà neutrale nei confronti del clima. È un obiettivo ambizioso e richiederà acciaio prodotto in modo pulito. Naturalmente, l'acciaio fossil free presenta la stessa qualità di quello tradizionale. È solo più costoso perché l'idrogeno e l'elettricità sostenibile sono entrambi piuttosto costosi. Anche questo processo è più lento, ma è destinato a cambiare in futuro quando verrà avviata la produzione su vasta scala. Martin Lindqvist, Presidente e CEO di SSAB, ha dichiarato: “Avere il primo vero veicolo al mondo realizzato utilizzando l'acciaio privo di fossili di SSAB è una vera pietra miliare. La nostra collaborazione con il Gruppo Volvo dimostra che la transizione verde è possibile e porta risultati. Insieme, continueremo a ridurre l'impatto climatico fino al cliente finale, garantendo al contempo che i nostri clienti ricevano acciaio di alta qualità. Non vediamo l'ora di continuare a lavorare con il Gruppo Volvo nella ricerca e nello sviluppo per produrre più prodotti in acciaio senza fossili”. Il mondo passerà alla mobilità elettrica, ma non basta avere auto senza impianto di scarico. Dobbiamo assicurarci che la loro intera durata, dalla produzione al riciclaggio, sia pulita. E l'acciaio sostenibile è il modo per farlo. Fonte: Gruppo Volvo

32 Views
(Visited 1 times, 1 visits today)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *