Quando tutti guideranno auto elettriche, avremo bisogno di un'enorme industria di riciclaggio delle batterie. Ma come faremo a sapere quali batterie possono essere riutilizzate e quali devono essere scartate? Gli ingegneri del gruppo Volkswagen hanno pensato a qualcosa: nananananana… BattMan! BattMan è fondamentalmente uno strumento di diagnostica della batteria integrato. Credito immagine: Volkswagen Non è il Cavaliere Oscuro, in realtà. BattMan o Battery Monitoring Analysis Necessity è un sistema che funziona fondamentalmente come uno strumento diagnostico per ispezionare le batterie delle auto elettriche fuori dai corpi. Il problema del riciclaggio e del riutilizzo delle batterie è che richiede un'analisi approfondita. A volte le auto si schiantano o vengono distrutte in altro modo molto presto, il che significa che le loro batterie potrebbero essere riutilizzate in altre auto. Le batterie più vecchie, che non offrono più una capacità sufficiente, potrebbero essere utilizzate nei sistemi di accumulo di energia. E, naturalmente, alcune batterie devono essere riciclate in materiali utili per prodotti nuovi di zecca. In genere l'ispezione delle batterie viene eseguita semi-manualmente. Gli ingegneri devono ispezionare ogni parte del pacco batteria e diagnosticare potenziali problemi. BattMan ReLife, sviluppato dal dipartimento di gestione della qualità di Audi Bruxelles, è fondamentalmente una soluzione software-hardware integrata, in grado di eseguire un'analisi rapida e affidabile della batteria ad alta tensione di Audi e-tron. Dopo averlo collegato, controlla se la batteria è anche in grado di comunicare e trasferire dati. Quindi misura la resistenza di isolamento della batteria, la capacità, le temperature e le tensioni delle celle. BattMan visualizza tutti i messaggi di errore e aiuta a valutare le condizioni generali della batteria, il che aiuta il processo decisionale sul suo ulteriore percorso nella linea di riciclaggio-produzione. Axel Vanden Branden, Quality Engineer presso Audi Brussels, ha spiegato: “Siamo in grado di misurare tutti i parametri più importanti di una cella. Quindi un sistema a semaforo indica lo stato cella per cella: il verde significa che una cella è in buone condizioni, il giallo significa che richiede un'ispezione più attenta e il rosso significa che la cella è fuori servizio. La batteria di solito percorre uno dei tre percorsi. Nel primo, può essere riutilizzato in un altro veicolo elettrico. Per questo il pacco deve essere completamente sano, sicuro e avere abbastanza capacità residua. Il secondo percorso è la “seconda vita”: se la capacità della batteria è relativamente bassa, potrebbe essere utilizzata in una stazione di ricarica rapida flessibile, un robot di ricarica mobile, un sistema di trasporto senza conducente o un carrello elevatore. Il terzo percorso è il riciclaggio efficiente e pulito, separando i materiali utili di cui è composta la batteria. Le auto elettriche non sono poi così nuove, ma la loro popolarità significa che dobbiamo rendere l'intero processo più pulito ed efficiente. Dalla produzione al riciclaggio. Non è sufficiente che non abbiano emissioni di scarico: devono essere pulite per tutta la durata della loro vita. Fonte: Volkswagen

54 Views
(Visited 1 times, 1 visits today)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *