Il Moon Rover cinese individua una strana “capanna misteriosa” su Far Moon Horizon

Un rover lunare cinese che esplora il lato opposto della luna ha fotografato un oggetto anomalo a circa 80 metri di distanza dalla fotocamera del rover lunare Yutu-2. Questa struttura a blocchi oa forma di cubo sembra avere caratteristiche rettilinee, del tipo più frequente negli edifici costruiti intenzionalmente secondo disegni architettonici.

Presumibilmente, questo è un oggetto naturale che sembra solo un edificio. Ma la sua forma sorprendentemente geometrica potrebbe essere coerente con una struttura creata dall'uomo (o da un alieno).

Il rover lunare cinese ha individuato questo blocco o “capanna misteriosa” a forma di cubo che sembra avere caratteristiche rettilinee sulla superficie della luna e Internet è in fermento per le notizie. ( © CSNA / Il nostro spazio )

La scoperta del Moon Rover è artificiale o naturale?

    Our Space, un canale online affiliato con l'Amministrazione spaziale nazionale cinese (CNSA), ha annunciato la scoperta dello strano oggetto in un rapporto stampa del 3 dicembre che descrive in dettaglio le recenti prestazioni e scoperte del rover lunare Yutu-2. Il rover lunare Yutu-2 a energia solare ha esplorato il cratere Von Kármán, largo 115 miglia (186 km di larghezza), da quando è atterrato lì il 3 gennaio 2019. Da allora, si è mosso a un ritmo lento e costante nella sua missione di raccogliere nuovi dati sulle condizioni sul lato nascosto della luna.

    Durante il recente completamento di un'indagine panoramica dell'orizzonte del lato opposto della luna, lo Yutu-2 ha individuato l'oggetto anomalo appollaiato come una sentinella solitaria in un punto altrimenti vuoto nel paesaggio appiattito e per lo più anonimo della luna. Il sito web del CNSA si riferisce a questo oggetto come a una “capanna misteriosa”, in riconoscimento delle sue caratteristiche dall'aspetto artificiale.

    • L'apocalittico “Earth's Black Box” lungo 32 piedi è puro catastrofismo?
    • Orme sulla Luna e cimiteri su Marte: 50 anni di prove dell'attività umana nello spazio

    Curiosamente, l'annuncio di Our Space dice che l'oggetto è apparso “dal nulla”. Sebbene questo possa essere un modo per esprimere sorpresa per la sua inaspettata scoperta, questa particolare formulazione solleva la possibilità che il rover abbia fotografato la stessa area in precedenza e che nessun oggetto fosse visibile in quel momento.

    A una distanza di 80 metri (262 piedi), l'oggetto nella fotografia mostra una forma definita. Ma è ancora troppo sfocato per distinguerlo chiaramente.

    Il personale di controllo della missione CNSA ha incaricato lo Yutu-2 di muoversi verso l'oggetto, per facilitare un esame ravvicinato. Tuttavia, il rover deve essere guidato con attenzione e lentamente attraverso il paesaggio, per garantirne la sicurezza. Questo è il motivo per cui finora lo Yutu-2 ha coperto solo circa mezzo miglio (840 metri) di territorio sul fondo del cratere Von Kármán, nonostante sia atterrato sulla superficie della luna quasi tre anni fa. A causa del suo ritmo lento ma costante, il rover impiegherà dai due ai tre mesi per raggiungere l'oggetto anomalo.

    A partire da ora, gli scienziati stanno assumendo che l'oggetto sia una formazione rocciosa naturale. La teoria attuale è che si tratti di un grande masso che è stato sollevato dal suolo e depositato sulla superficie lunare in seguito allo schianto di un grande meteorite nelle vicinanze.

    Nel febbraio di quest'anno, il rover lunare Yutu-2 ha fotografato un'altra misteriosa roccia o masso che presentava alcune caratteristiche regolari, in una zona diversa del cratere. Questa cosiddetta roccia “pietra miliare” è stata vista sporgere dalla superficie della luna e aveva alcune caratteristiche che suggerivano (a prima vista) che potesse essere stata scolpita per creare una forma appuntita.

    Tuttavia, un attento esame non ha rivelato alcuna prova che suggerisse che la roccia frastagliata “pietra miliare” fosse stata effettivamente modellata da mani umane o aliene. Gli scienziati ritengono che siano i resti di una formazione rocciosa un tempo più grande, la maggior parte della quale è stata distrutta o rimossa da una serie di impatti di meteoriti. Questo potrebbe essere accaduto molto tempo fa, quando la luna era sotto un bombardamento più pesante di quanto lo sia oggi.

    Come il Chang'e-4 comunica con la Terra e il rover lunare Yutu-2 sul lato opposto della luna. (Loren Roberts / CC BY-SA 3.0 )

    La Cina ha grandi piani per la Luna e oltre

    Il rover lunare Yutu-2 è stato portato in orbita intorno alla luna sull'astronave Chang'e-4, prima di essere rilasciato per atterrare sul lato opposto della luna. Le prime due missioni Chang'e trasportavano orbite lunari che scattavano fotografie dallo spazio, mentre la missione Chang'e-3 ha depositato il primo rover lunare cinese (Yutu-1) sul lato vicino (lato visibile) della luna.

    Nel novembre 2020, i cinesi hanno lanciato la missione Chang'e-5. Questa combinazione rover/razzo è stata progettata per atterrare prima sulla luna e poi partire e tornare sulla Terra, dopo aver raccolto tutti i campioni di roccia lunare che il veicolo poteva trasportare.

    Il Chang'e-5 ha da tempo completato la sua missione di andata e ritorno. Nell'ottobre di quest'anno, l'Accademia cinese di scienze geologiche ha annunciato i risultati del suo studio su queste rocce lunari, che hanno determinato che avevano circa due miliardi di anni.

In particolare, questo è un miliardo di anni più giovane delle rocce lunari recuperate dalla NASA durante le missioni Apollo tra la fine degli anni '60 e l'inizio degli anni '70. Gli scienziati ritengono che queste rocce siano state create da eruzioni vulcaniche, dimostrando che la luna era ancora geologicamente attiva in una data successiva rispetto a quanto indicato da studi precedenti.

Per quanto attivo possa sembrare, è solo l'inizio. La Cina ha grandi progetti per la luna e per il suo programma spaziale in rapida crescita in generale.

L'imminente missione Chang'e-6 esplorerà il polo sud della luna, alla ricerca di acqua ghiacciata tra le altre possibili scoperte. Questa missione dovrebbe essere lanciata nel 2023 o nel 2024.

Nelle missioni Chang'e-7 e Chang'e-8 già pianificate, i rover studieranno in dettaglio la superficie della luna e l'ambiente spaziale circostante, in preparazione per un futuro che includerà la costruzione di una base lunare utilizzando la tecnologia di stampa 3D. Una volta completata questa base, durante i prossimi 10-20 anni, gli astronauti cinesi potranno risiedere sulla superficie lunare per alcuni giorni o settimane durante lo svolgimento di varie missioni.

La base potrebbe essere occupata continuamente da gruppi rotanti di astronauti, che potrebbero includere gruppi di altre nazioni se la Cina decidesse di condividere le sue strutture in nome della scienza e della cooperazione internazionale.

Oltre alle prossime avventure sulla luna, l'Agenzia spaziale cinese sta anche finalizzando i piani per costruire la propria stazione spaziale in orbita attorno alla terra. Come la Stazione Spaziale Internazionale, che è stata costruita congiuntamente dalle agenzie spaziali di Stati Uniti, Russia, Europa, Canada e Giappone, questa struttura avrebbe ospitato personale scientifico che avrebbe trascorso mesi lì eseguendo vari tipi di operazioni spaziali/a bassa gravità esperimenti.

  • Gli scienziati sono pronti a scoprire la vita sotto l'oceano sotterraneo di Europa?
  • Prove dure: i ricercatori dimostrano che i megaliti britannici sono collegati al sole e alla luna

Anche i cinesi hanno gli occhi puntati su Marte. Hanno atterrato il loro primo rover, chiamato Zhurong, su Marte nel 2021 e hanno in programma di tornare sul Pianeta Rosso in futuro.

Resta da vedere come la NASA e l'agenzia spaziale russa risponderanno agli sforzi della Cina per stabilire una testa di ponte nello spazio. Le azioni della Cina potrebbero innescare una nuova corsa allo spazio, che potrebbe essere un vantaggio per l'umanità se porterà a importanti scoperte tecnologiche. In alternativa, potrebbe essere una maledizione se aumenta le tensioni e aiuta a scatenare una nuova Guerra Fredda tra potenze nucleari antagoniste.

Naturalmente, potrebbe anche portare a una completa rivalutazione del posto dell'umanità nell'universo, qualora future missioni sulla luna e su Marte dovessero scoprire oggetti anomali che sono stati realmente costruiti dagli alieni.

Immagine in alto: il rover lunare cinese Yutu-2 sulla superficie della luna fotografato dal lander Chang'e-4. Fonte: CSNA / Siyu Zhang / Kevin M. Gill / CC BY 2.0

Di Nathan Falde

42 Views
(Visited 2 times, 1 visits today)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *